Piccoli sacrifici

È il titolo di un libro, poi diventato film per la Tv, che ha per soggetto l'incredibile storia accaduta a una madre e ai suoi tre figli

di Cristina Brondoni
www.tutticrimini.com

Era la sera del 19 maggio 1983 e una giovane donna arrivò al pronto soccorso dell’ospedale McKenzie-Willamette, in Oregon, chiedendo aiuto. Indicò a un’infermiera la sua auto, una berlina rossa, e disse che qualcuno aveva sparato ai suoi figli. All’infermiera fu necessario qualche secondo per realizzare il discorso di quella donna, ma quando si affacciò all’auto capì immediatamente che la situazione era grave, se non disperata.
Altri infermieri e medici accorsero. Accasciata davanti al sedile del passeggero c’era una bambina che non rispondeva e all’infermiera parve troppo fredda per essere ancora viva. Sul sedile posteriore c’era un’altra bambina e un bambino più piccolo. Entrambi erano sporchi di sangue.

continua la lettura a pag. 104 N. 56/2016

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information