Digerisce anche le bombe

Camerata in .45 ACP +P, questa nuova striker fired pistol della Remington si è dimostrata perfettamente adatta all'uso dei caricamenti più tosti dell'inossidabile fortyfive. Straordinariamente efficace l'impugnatura, praticamente adatta a qualsiasi mano ma capace di contenere un bifilare da 15 colpi

di Paolo Tagini

Quando, una decina di anni fa, la Remington decise di riprendere la produzione di armi corte – le ultime pistole prodotte dalla storica Casa americana risalivano ai tempi della prima guerra mondiale ed erano delle 1911 destinate all'equipaggiamento delle forze armate USA – lo fece ripartendo proprio dall'immortale modello che aveva servito per tre quarti di secolo lo Zio Sam. In questo decennio la Remington ha sviluppato adeguatamente la gamma delle sue 1911, rimpolpata con diversi modelli e versioni ma anche apprezzata dal pubblico per il suo eccellente livello qualitativo.

continua la lettura a pag. 16 N.82/2019

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information