Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

News

Campionati Europei F Class a Bisley: bene BCM Europearms

In occasione dei campionati Europei F Class 2017 appena conclusi nel “tempio del tiro” di Bisley, grandi risultati e soddisfazioni per la BCM Europearms e i componenti del proprio Team. Nonostante il sempre impegnativo campo di gara e l’indubbio innalzamento degli standard delle armi in gara e delle prestazioni, il Team BCM Europearms applaude Giulio Arrigucci campione europeo 2017 nella categoria F/Tr che replica il successo del 2014; lo segue a ruota Gabriele Tavani, già campione italiano di categoria nel 2016, che per soli due punti ha mancato l’impresa raggiungendo comunque, un meritatissimo quinto posto.
Il Team BCM Europearms, capitanato dal veterano Giovanni Maglione insieme a Gabriele Tavani, Giulio Arrigucci, Gianmattia Molina, Lorenzo Brandi, Norberto Berrone e Pier Bussetti ha mancato per un solo punto il gradino più alto del podio nonostante il maggiore numero di V Bull guadagnando, comunque, nella giornata di domenica dedicata al tiro a squadre nella Rutland, un meritatissimo argento a conferma dell’ottima forma e preparazione tecnica di tutti i suoi componenti.
La BCM Europearms, oltre ad aver prestato con spirito di massima collaborazione il coach Vincenzo Murdocca alla rappresentativa nazionale AITLD, ha visto nuovamente eccellere le proprie armi grazie a Gianfranco Zanoni, medaglia di Bronzo al campionato europeo nella categoria Open (carabina BCM per le 800 yds, carabina BCM per le 900 yds e carabina Tony per le 1.000 yds) e Bruno Rossi, sedicesimo nella classifica generale della categoria F/Tr nonché medaglia d’oro alla distanza di 800 yds e bronzo nell'aggregata 800/900 yds nella giornata di martedì 26 settembre, con medaglia di bronzo alla distanza di 800 yds, argento alla distanza di 900 yds e argento nell'aggregata 800/900 yds nella giornata di giovedì 28 settembre. Complessivamente le carabine BCM Europearms agli Europei F Class hanno collezionato 5 medaglie d’oro, 3 d’argento e 7 di bronzo.
Complimenti vivissimi dunque al “due volte” campione europeo Giulio Arrigucci, ai tiratori del Team e ai numerosi tiratori che, con le carabine BCM Europearms SLR-F/Tr e F-Class Open, sono stati protagonisti a Bisley per l’ennesima volta.

Chiarito il rilascio del porto d'armi per chi ha precedenti penali

ANPAM, Assoarmieri e Conarmi emanano una nota chiarificatrice in merito alla recente circolare del Ministero dell’Interno sul temaIl 31 agosto u.s. l’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale ha diramato la circolare prot. n. 557/PAS/U/012843/10100.A(1), dal titolo “Motivi ostativi al rilascio ed obbligo di revoca della licenza di porto d’armi ex art. 43 T.U.L.P.S. – Problematiche applicative” [Il testo di questa circolare è statopubblicato su ARMI & BALISTICA n. 69 a pag. 21, lo scorso mese di Settembre]. La determinazione puntuale dei requisiti che devono essere posseduti dai titolari di porto d’armi è di grande importanza, poiché la disponibilità di un’arma comporta la necessità di impedire eventuali abusi nel suo utilizzo. La circolare appare quindi opportuna e di rilievo. Essa è sicuramente espressione di una disamina approfondita e puntuale, che tiene in considerazione lecriticità che sono emerse nel corso degli anni in relazione alle cause che ostano al rilascio della licenza di porto d’armi e che ne comportano la revoca. Tuttavia, a causa dello specifico profilo tecnico adottato nella redazione, in alcune sue parti essa non appare di immediata lettura. Per facilitarne quindi la comprensione da parte deicittadini e l’applicazione da parte degli Uffici preposti riteniamo importante riassumerne di seguito i principaliaspetti applicativi. Ovviamente, l’atteggiamento dell’Amministrazione in merito alla valutazione dei precedenti dell’istante per la concessione della licenza di porto d’armi deve essere differente a seconda della natura del reato commesso e della circostanza della intervenuta riabilitazione.  In particolare, secondo quanto previsto dalla direttiva, dovrà essere sempre automaticamente rifiutato il rilascio a chi:

Leggi tutto...

Cannocchiali termici Trail da Pulsar

Con i nuovi cannocchiali termici della serie Trail, importati in Italia da Adinolfi, Pulsar ha unito la sua lunga esperienza nella fabbricazione di ottiche, sistemi di visione notturna e visori termici. Come sui modelli Helion, il sensore è un microbolometro di ultima generazione ad altissima definizione, con risoluzione di 640x480 pixel per la serie XP, e 384x288 pixel per la serie XQ.
Grazie allo schema ottico ridisegnato, con lenti asferiche in germanio, e al display AMOLED, anch'esso da 640x480 pixel, le immagini sono straordinariamente nitide e particolareggiate. La frequenza di refresh di ben 50 Hz fa sì che anche osservando bersagli in rapido movimento non compaiano mai scie, e l'immagine nell'oculare non sia mai in ritardo rispetto alla realtà.
I Trail sono concepiti per il montaggio sull'arma. Per questo possiedono alcune caratteristiche specifiche, come il giroscopio-accelerometro integrato, in grado di rilevare inclinazioni superiori a 5°, segnalandole al tiratore mediante frecce. Sfruttando questo sensore è possibile settare lo spegnimento automatico quando l'arma si trovi in posizione incompatibile con l'impiego, ad esempio quando l'angolo verticale sia superiore ai 70° o quello orizzontale sia maggiore di 30°. Per il puntamento è possibile scegliere fra ben dieci reticoli digitali, per una rapida acquisizione e per avere il contrasto ideale col bersaglio. Inoltre è possibile memorizzare tre diversi profili di taratura arma-munizione, con differenti reticoli, a cinque diverse distanze.
Due le lunghezze focali disponibili, 50 e 38 millimetri, che a seconda del sensore cui sono abbinate si traducono
in diversi fattori di ingrandimento, cui va sommato lo zoom digitale. Molto utile la modalità Picture-in-Picture, che aumenta la precisione offrendo un'immagine ingrandita dell'area del reticolo nella parte superiore del display, ma occupandone solo un decimo, conserva un ampio campo visivo.Come altri apparecchi Pulsar, anche i Trail dispongono di tre reticoli stadiametrici per la stima immediata della distanza dei bersagli che siano di dimensioni note. Per la lepre si presuppongono 30 centimetri, per il cinghiale 70, mentre per il cervo (o la figura umana) 170 centimetri. È possibile individuare i bersagli a grande distanza: quasi un chilometro e mezzo per i modelli con lente con lunghezza focale 38 millimetri, quasi due per quelli con obiettivo da 50 millimetri.

Leggi tutto...

Altri articoli...
Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information