Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

News

6°Police Shooting Competition

È giunta alla sua sesta edizione la gara di tiro organizzata dall’Opicina Police Shooting Team di Trieste, in una nuova location in Slovenia. Circa 75 tiratori si sono dati battaglia in due giornate di gara a tutto gas con 6 stage molto belli di media difficoltà ove venivano utilizzate tre tipi di armi, quali la pistola, il fucile a pompa ed una carabina semiauto tipo Kalashnikov, per un totale di circa 120 colpi. Quasi tutti gli stage prevedevano l’ingaggio delle sagome, nella maggior parte dei casi ostaggiate con il classico “body body head”(due colpi alla testa, uno al tronco), che ha messo in difficoltà non poco i tiratori convenuti. Il vento che ha soffiato durante la kermesse ha contribuito ad aumentare in alcuni frangenti le difficoltà degli esercizi, impegnando ulteriormente l’abilità dei tiratori.
Primo esercizio di precisione, con sagome a 25 metri da colpire in quattro passaggi
, in piedi, in ginocchio e distesi, al corpo ed alla testa, per passare poi ad un esercizio di velocità, ingaggiando quattro sagome ostaggiate a destra ed a sinistra usando una copertura.
Il terzo esercizio prevedeva un ingaggio a bordo di una vettura
, con successiva discesa operativa che dopo un cambio caricatore si concludeva con la chiusura dello stage colpendo in ginocchio sei sagome poste sul lato anteriore e posteriore della macchina.
Successivamente si parte da seduti con la pistola sul tavolo ed al bip del timer ingaggio di tre sagome poste a varie distanze
, corsa verso un corridoio per colpire una sagoma Body Armor e cambio tattico del caricatore con relativa chiusura dello stage.
15 colpi di Kalashnikov hanno messo in difficoltà i tiratori che a circa 35 metri ingaggiavano 5 sagome con il “body body head”, mentre l’ultimo esercizio prevedeva un ingaggio di quattro sagome ostaggiate ed il caricamento del fucile a pompa con quattro cartucce custodite in tasca per il successivo abbattimento dei relativi Pepper.
Alla gara oltre agli appartenenti le forze dell’ordine della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria e della Forestale
, dell’UNUCI e di alcuni componenti delle squadre Slovene.
Per la prima volta erano presenti i rappresentanti della Polizia Locale di Pordenone ed un’unità dell’esercito italiano del Reggimento Piemonte Cavalleria II di Trieste.
Guest star della manifestazione anche due nomi noti del circuito del tiro, Giovanni Giancane (Johndog) e Denis Cadamuro
, appena rientrati dai Mondiali di Rodi, che hanno dato spettacolo con le loro performance, riscuotendo un enorme successo, marcato dagli applausi dei convenuti.
Novità per questa edizione ma che sarà una costante
, la categoria Juniores con la partecipazione di alcuni ragazzi di 13 e 14 anni appartenenti alla squadra giovanile dell’Opicina Police.
Nicole Skabar e Simone Kljucar hanno dato battaglia ai professionisti, dimostrando un’ottima preparazione e riscuotendo un notevole interesse da parte dei partecipanti.
I due ragazzi, che gareggiano ormai da un anno nei vari circuiti Sloveni
, dove l’attività giovanile è molto apprezzata, calcano i terreni della specialità Long Range e del tiro dinamico, risultando i beniamini dei tiratori professionisti.
Anche le lady sono state all’altezza della situazione
, dando sì un tocco di femminilità, ma tirando fuori le unghie durante gli ingaggi o nell’imbracciare armi non proprio soft. Al termine della due giorni, dopo un meritato pranzo a base di carne alla griglia, sono arrivate le agogniate premiazioni che hanno visto i tiratori e la squadra dell’Opicina Police fare man bassa dei premi con i seguenti vincitori:

Categoria Expert
Denis Cadamuro
Giovanni Giancane
Alessandro Lavagnini (Opicina Police)


Categoria Novice
Paolo Pockaj (Opicina Police)
Gino Portolan (Opicina Police)
Maurizio Bianco


Categoria Lady
Ombretta Miccoli (Opicina Police)
Marianna Di Mario
Cristina Cadenaro


Categoria Juniores
Simone Kljucar (Opicina Police)
Nicole Skabar (Opicina Police)


Squadre
Opicina Police (Ita)
Guardia Forestale (Ita)
Dum Dum (Slo)

Per ulteriori informazioni:www.opicinapolice.org

Notizia a cura di Sandro Forgiarini

1St Zeiss ASV + Fieldshooting weekend

Dal 6 all'8 luglio ventidue giornalisti provenienti da tutta Europa hanno partecipato in Danimarca ad un fine settimana dedicato al tiro con la carabina sulle lunghe distanze. A far gli onori di casa Carl Zeiss, che per l'occasione ha coinvolto due altri importanti marchi come Sauer e Geco. Un evento che in Italia ha coinvolto in prima persona l'importatore di questi marchi, Bignami S.P.A. di Ora (BZ) il risultato? Diciassettemilaseicento colpi sparati in due giorni, spalle livide e doloranti e centri sorprendenti a distanze impensabili! Il tutto con carabine, ottiche e muniioni rigorosamente di serie.

L'invito ha interessato trenta giornalisti delle maggiori testate europee: alla fine in ventidue, tra cui il sottoscritto, unico rappresentante italiano, hanno partecipato all'evento. L'individuazione del luogo è stata dettata dalla volontà di trovare il miglior poligono d' Europa per potersi esercitare alle più svariate distanze di tiro con la carabina, anche di grosso calibro. Si tratta di una struttura enorme, dotata di ben trentacinque diversi poligoni ciascuno con cinque linee di tiro, per metà immersa in una foresta di conifere e per metà costituita da un territorio a bassa vegetazione litoranea (il mare dista solo pochi chilometri) alternata a dune di sabbia. Il colosso tedesco Sauer ha fornito le carabine e Geco ha fornito le munizioni.

Zeiss, Sauer, Geco: tre marchi leader che unendo le forze hanno saputo organizzare un evento memorabile, che resterà impresso a lungo nella mente dei partecipanti.

di Gaetano Alessandro Cipriani

Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information