Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Accessori

A caccia con Zeiss Duralyt 3-12x50i

Da quasi due anni la Zeiss ha lanciato sul mercato un cannocchiale da puntamento destinato ai primi ingressi nel campo della canna rigata, ai giovani in particolare che si destreggiano nel limitare le spese desiderando mantenere tuttavia un indice di qualità elevato

di Emanuele Tabasso

Il nome Zeiss induce fatalmente due pensieri di cui primo è senza dubbio la qualità di vertice, poi arriva il secondo un po’ meno gradito e riguarda i prezzi. Gli oggetti di valore si pagano e i prodotti della Casa di Wetzlar racchiudono un insieme di ricerche e di affinamenti esecutivi, per limitarci a due sole cose, tali da far inchinare il capo di fronte a certi traguardi, accettando nel contempo, una spesa elevata. Probabilmente il reparto che si occupa felicemente, per noi possibili acquirenti, delle ottiche venatorie ha avuto un leggero ripensamento considerando come molte persone, i giovani in particolare, che si avvicinano alla canna rigata avrebbero molto piacere di fregiare la loro carabina del marchio bianco e blu, ma un piccolo problema di ordine economico frena la decisione.

Dove sta il più sta il meno, recita un noto proverbio, e pur se non sempre è vero nel caso presente non dev’essere stato molto difficile allestire una piccola serie di ottiche da mira dove la qualità fosse preservata e la moneta divenisse accessibile. Pare che in azienda si sia sussurrato alla presentazione della novità che qualcuno doveva essersi fatto prendere la mano nel limare la quotazione, fatto sta che tutta la serie Duralyt, e in particolare il 3-12x50 illuminato a poco più di mille € ha destato non poco interesse.
Un paio di visite alla sede di Wetzlar hanno fugato le voci che qualche diavoletto aveva messo in giro, secondo cui la produzione sarebbe stata affidata a una qualche azienda dell’estremo oriente: niente di tutto questo perché l’allestimento è lì, sotto gli occhi dei visitatori, e procede nella catena di lavorazione e montaggio tutta tedesca. La lavorazione dalla barra estrusa di lega d’alluminio si svolge cadenzata dalla precisione del macchinario a controllo numerico e dalle ispezioni puntuali e attente del personale addetto: la vetreria Schott fornisce la materia prima per le lenti lavorate con quell’accuratezza che le ha rese famose nel tempo per trasmissione di luce, assenza di aberrazioni, potere di definizione.

Benchmade Socp Dagger

E' arma propria: Ma ne esite una versione da esercitazione, senza punta e filo ma con lo stesso bilanciamento, che consente di apprezzare le qualità di questa daghetta senza incorrere nei rigori della legge.

di Roberto Allara

 

Non lo potrete mai portare, ma in questo non è diverso dagli altri coltelli, che per il porto richiedono un dimostrabile e giustificato motivo e, soprattutto, che riusciate a convincere il commissario di polizia o il maresciallo dei carabinieri, i quali per non sbagliarsi di solito lasciano la decisione al magistrato. Qui la differenza sta nel fatto che secondo la giurisprudenza corrente l'oggetto che vedete è arma propria e deve essere denunciato. Il che vuol dire che potete anche acquistarlo, ma vi serve un porto d'armi e dovete farvelo procurare da un'armeria. Il porto d'armi, anche quello sportivo, è titolo di acquisto e vi risolve il problema.

A questo punto occorre la denuncia, perchè per la nostra legge si tratta di arma propria. Non ha un numero di matricola, ma si denuncia come si fa per le armi bianche, indicando modello e lunghezza della lama. La denuncia però è in carta libera, senza obbligo di marche da bollo; il disturbo è minimo e non ci sono giustificazioni per non farla.

Al momento non consta che questo oggetto sia importato in Italia da qualcuno. Questa, però, non è una situazione definitiva e in ogni caso non toglie interesse al coltello

Streamlight SL-20L

Uno strumento professionale e sempre pronto all'uso, dalla potenza molto elevata e reperibile ad un prezzo davvero ridotto, con batteria ricaricabile e stazione di ricarica per la casa o per l'auto.

di R.A.

 

Nei telefilm americani, l'avete vista più volte appesa alla cintura di un poliziotto, dentro un anello analogo a quello che serve per agganziare alla cintura il manganello. Oppure avete visto il poliziotto scendere dall'auto con una torcia elettrica in mnao, lunga e potente. Bene, era la versione precedente di questa che vedete. Aveva una lampadina ad incandescenza e la potenza di emissione luminosa, che sembrava elevatissima, era decisamente inferiore rispetto a quella attuale. 350 Lumen, all'epoca, non erano nemmeno imamginabili e la luce forte si otteneva con  un faro orientabile posto sul tetto dell'auto di servizio e alimentato dalla batteria di quell'auto, a 12 volt.

Eppure oggi quel tipo di emissione luminosa è alla portata di una torcia elettrica professionale, con l'affidabilità dell'avere un indistruttibile Led come sorgente luminosa e con la praticità delle batterie ricaricabili. E, per quanto non solo la tecnologia ma anche le tattiche delle forze dell'ordine siano cambiate a seguito di una forte evoluzione, una torcia elettrica di emissione adeguata e di durata sufficiente continua ad essere parte essenziale dell'equipaggiamento.  Se poi quella torcia ricaricabile è progettata per essere tenuta sempre sotto carica, in modo che sia sempre disponibile per il massimo delle sue prestazioni, otterremo la massima efficacia, sia che si tratti dell'automobile di servizio sia che essa sil il fuoristrada di un cacciatore.

Nuovi cannocchiali Zeiss Victory HT



Il nuovo concetto ottico dei cannocchiali VIictory HT con le rivoluzionarie lenti High Transmission (HT) di SCHOTT determina un nuovo standard difficilmente eguagliabile nel campo dei cannocchiali di mira. Questo tipo di vetro ad altissima trasmissione, la tecnologia del reticolo senza perdite di luminosità e l’evoluzione del trattamento multistrato Carl Zeiss T* garantiscono valori di trasmissione fino al 95%! Con questo rivoluzionario concetto ottico la Carl Zeiss avvalora, in modo impressionante, la sua leadership tecnologica nel campo delle ottiche da osservazione e puntamento: nessun cannocchiale da mira di alta gamma può offrire oggi più luminosità del nuovo VICTORY HT, sviluppato appositamente per il puntamento in assoluta sicurezza, fino all’ultima luce disponibile. Il nuovo VICTORY HT offre anche un’altra innovazione: dispone del più sottile, chiaro e preciso punto luminoso del mondo.

Per info: www.zeiss.it

Jagher High Top GTX da AKU

Jagher High Top GTX è uno scarpone a taglio alto, rappresentate della tradizione manifatturiera di AKU.

Realizzato in pregiata pelle nabuck, è dedicato ad un utilizzo intenso
in ambienti umidi e freddi. Pensato in special modo per l’attività venatoria ma ottimo anche
per i lavori boschivi grazie al fascione protettivo in gomma, Jagher High Top GTX garantisce
un elevato livello di comfort in tutte le condizioni di utilizzo. Dotato di suola Vibram Winkler
e foderato con la membrana Gore Tex Performance Comfort è disponibile anche in versione
Low e in un range di taglie UK dalla 3 alla 13; il peso è di 930 gr al paio.

Per info: www.aku.it

Altri articoli...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information