Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Accessori

Benchmade Socp Dagger

E' arma propria: Ma ne esite una versione da esercitazione, senza punta e filo ma con lo stesso bilanciamento, che consente di apprezzare le qualità di questa daghetta senza incorrere nei rigori della legge.

di Roberto Allara

 

Non lo potrete mai portare, ma in questo non è diverso dagli altri coltelli, che per il porto richiedono un dimostrabile e giustificato motivo e, soprattutto, che riusciate a convincere il commissario di polizia o il maresciallo dei carabinieri, i quali per non sbagliarsi di solito lasciano la decisione al magistrato. Qui la differenza sta nel fatto che secondo la giurisprudenza corrente l'oggetto che vedete è arma propria e deve essere denunciato. Il che vuol dire che potete anche acquistarlo, ma vi serve un porto d'armi e dovete farvelo procurare da un'armeria. Il porto d'armi, anche quello sportivo, è titolo di acquisto e vi risolve il problema.

A questo punto occorre la denuncia, perchè per la nostra legge si tratta di arma propria. Non ha un numero di matricola, ma si denuncia come si fa per le armi bianche, indicando modello e lunghezza della lama. La denuncia però è in carta libera, senza obbligo di marche da bollo; il disturbo è minimo e non ci sono giustificazioni per non farla.

Al momento non consta che questo oggetto sia importato in Italia da qualcuno. Questa, però, non è una situazione definitiva e in ogni caso non toglie interesse al coltello

Streamlight SL-20L

Uno strumento professionale e sempre pronto all'uso, dalla potenza molto elevata e reperibile ad un prezzo davvero ridotto, con batteria ricaricabile e stazione di ricarica per la casa o per l'auto.

di R.A.

 

Nei telefilm americani, l'avete vista più volte appesa alla cintura di un poliziotto, dentro un anello analogo a quello che serve per agganziare alla cintura il manganello. Oppure avete visto il poliziotto scendere dall'auto con una torcia elettrica in mnao, lunga e potente. Bene, era la versione precedente di questa che vedete. Aveva una lampadina ad incandescenza e la potenza di emissione luminosa, che sembrava elevatissima, era decisamente inferiore rispetto a quella attuale. 350 Lumen, all'epoca, non erano nemmeno imamginabili e la luce forte si otteneva con  un faro orientabile posto sul tetto dell'auto di servizio e alimentato dalla batteria di quell'auto, a 12 volt.

Eppure oggi quel tipo di emissione luminosa è alla portata di una torcia elettrica professionale, con l'affidabilità dell'avere un indistruttibile Led come sorgente luminosa e con la praticità delle batterie ricaricabili. E, per quanto non solo la tecnologia ma anche le tattiche delle forze dell'ordine siano cambiate a seguito di una forte evoluzione, una torcia elettrica di emissione adeguata e di durata sufficiente continua ad essere parte essenziale dell'equipaggiamento.  Se poi quella torcia ricaricabile è progettata per essere tenuta sempre sotto carica, in modo che sia sempre disponibile per il massimo delle sue prestazioni, otterremo la massima efficacia, sia che si tratti dell'automobile di servizio sia che essa sil il fuoristrada di un cacciatore.

Nuovi cannocchiali Zeiss Victory HT



Il nuovo concetto ottico dei cannocchiali VIictory HT con le rivoluzionarie lenti High Transmission (HT) di SCHOTT determina un nuovo standard difficilmente eguagliabile nel campo dei cannocchiali di mira. Questo tipo di vetro ad altissima trasmissione, la tecnologia del reticolo senza perdite di luminosità e l’evoluzione del trattamento multistrato Carl Zeiss T* garantiscono valori di trasmissione fino al 95%! Con questo rivoluzionario concetto ottico la Carl Zeiss avvalora, in modo impressionante, la sua leadership tecnologica nel campo delle ottiche da osservazione e puntamento: nessun cannocchiale da mira di alta gamma può offrire oggi più luminosità del nuovo VICTORY HT, sviluppato appositamente per il puntamento in assoluta sicurezza, fino all’ultima luce disponibile. Il nuovo VICTORY HT offre anche un’altra innovazione: dispone del più sottile, chiaro e preciso punto luminoso del mondo.

Per info: www.zeiss.it

Jagher High Top GTX da AKU

Jagher High Top GTX è uno scarpone a taglio alto, rappresentate della tradizione manifatturiera di AKU.

Realizzato in pregiata pelle nabuck, è dedicato ad un utilizzo intenso
in ambienti umidi e freddi. Pensato in special modo per l’attività venatoria ma ottimo anche
per i lavori boschivi grazie al fascione protettivo in gomma, Jagher High Top GTX garantisce
un elevato livello di comfort in tutte le condizioni di utilizzo. Dotato di suola Vibram Winkler
e foderato con la membrana Gore Tex Performance Comfort è disponibile anche in versione
Low e in un range di taglie UK dalla 3 alla 13; il peso è di 930 gr al paio.

Per info: www.aku.it

Guns' Turbo Cleaner by Pedersoli



La pulizia delle armi ad avancarica, che qualche volta è stata definita come la parte più noiosa fra quelle dedicate alla manutenzione, può finalmente essere svolta in pochissimo tempo e con estrema facilità. L'impiego del Guns' Turbo Cleaner, presentato recentemente dalla Davide Pedersoli, permette infatti di pulire l'arma, senza smontarla, utilizzando un getto di vapore prodotto da una piccola caldaia portatile.
Tale caldaia è corredata da un tubo flessibile lungo circa 2 metri e da una impugnatura alla quale collegare, tramite un sistema di aggancio e sgancio rapido, la lancia d'acciaio inox per indirizzare il getto di vapore. La lancia è lunga 93,5 cm, ha un diametro di 8 mm, ed è dotata di un ugello con tre fori inclinati per una erogazione ottimale del getto di vapore e per una pulizia accurata e completa della parte interna della canna dell'arma. L'inclinazione dei fori dell'ugello, circa 30°, si rivela utile per pulire il fondo della rigatura e, quando la lancia è tutta inserita, l'interno del tappo canna. L'effetto triplo del getto di vapore svolge il suo compito anche nelle armi a retrocarica in generale,  come per esempio nei casi in cui bisogna raggiungere punti particolarmente nascosti come la filettatura degli strozzatori, o i fori di presa gas, o facilitare l'azione di spiombatura delle canne per poi meglio utilizzare l'azione meccanica dello scovolo. La lancia, inoltre, è ricoperta da uno strato di teflon per scongiurare eventuali danni dovuti allo strofinio o a piccoli urti contro l'anima della canna.
Sulla parete frontale della caldaia sono presenti tre interruttori. Quello verde, in basso, comanda l'accensione del circuito elettrico e il suo corretto funzionamento è indicato dalla spia luminosa (sempre di colore verde) accanto a esso. Quello arancio comanda l'accensione della resistenza della caldaia interna e la corrispondente spia luminosa si accende non appena viene prodotto il vapore. Quello rosso, in alto, comanda la funzione continua della macchina senza dover agire sul pulsante presente sull'impugnatura. Può essere utile quando, per motivi di sicurezza, è necessario trattenere l'arma con le mani senza poter impugnare bene la lancia. Si sconsiglia comunque una accensione prolungata di questo interruttore per non compromettere il buon funzionamento del Guns' Turbo Cleaner. L'erogazione della quantità di vapore può essere regolata tramite il rubinetto posizionato sull'impugnatura.
Caricato il recipiente della caldaia con circa 1,5 litri di acqua, si attende una decina di minuti per una erogazione continua di vapore a 130°C. L'elevata temperatura e la pressione del getto di vapore, circa 3,5 bar, consentono di sciogliere tutti i residui carboniosi presenti sia all'interno della canna sia sull'acciarino, specialmente se con accensione a pietra foc
aia. Durante la pulizia l'arma può essere posta in posizione orizzontale e poi inclinata in avanti per fare fuoriuscire il vapore condensato assieme ai residui disciolti oppure in verticale e attendere che il liquido sporco fuoriesca dal focone o dal luminello, magari assorbendolo subito con uno straccio. Anche sull'acciarino (per i più pignoli lo si può anche separare dall'arma) basta indirizzare per qualche attimo il getto di vapore per avere una pulizia immediata, completata poi con una passata di straccio. Per ultimare l'operazione all'interno della canna sono sufficienti quattro o cinque passate di straccetto (trattenuto con il solito portastraccio) per avere una pulizia perfetta. L'uso del vapore provocherà un riscaldamento delle parti metalliche tale da favorire la conseguente asciugatura di ogni residuo umido. Durante l'intero impiego del Guns' Turbo Cleaner si consiglia di indossare i guanti protettivi forniti in dotazione.
A richiesta sono disponibili anche le lance da 113 cm, sempre con ugello a tre fori a 30°, e da 26 cm ma con un solo foro centrale di uscita vapore all'estremità dell'ugello.
Il corpo caldaia del Guns' Turbo Cleaner è realizzato in acciaio inox, isolato e gestito tramite una scheda elettronica che riduce il consumo elettrico quando viene raggiunta la massima temperatura. Il caricamento avviene tramite un condotto posizionato nella superiore della caldaia e protetto da un tappo di sicurezza che non può essere svitato fino a quando la pressione all'interno della caldaia non si sia esaurita.
Per informazioni, Davide Pedersoli & C.

www.davide-pedersoli.com

Altri articoli...
Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information