Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Accessori

Less than lethal da considerare

Leggera e compatta, la Piexon Guardian Angel II rappresenta una delle proposte più interessanti nel campo degli strumenti da difesa a base di peperoncino urticante, con qualche punto di vantaggio rispetto alle tradizionali bombolette

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sorta nel 2000 per iniziativa di Raphael Fleischhauer e Jürg Thomann, l'elvetica Piexon è un'azienda che occupa 15 persone specializzatasi nella produzione di strumenti da difesa che utilizzano il peperoncino come sostanza urticante. I prodotti Piexon si differenziano dalla concorrenza perché, anziché utilizzare una sostanza irritante nebulizzata, ne impiegano una dalla consistenza simile a quella di un gel. Ciò comporta alcuni vantaggi, il primo dei quali è la maggiore gittata ottenibile con un liquido più viscoso; inoltre, ciò lo rende anche meno vulnerabile agli spostamenti d'aria, che possono rendere impreciso il tiro o addirittura dirigerlo verso l'utilizzatore stesso.
La produzione Piexon si articola su diversi modelli di strumenti da difesa, ma uno dei prodotti più interessanti è senz'altro il Guardian Angel II.

continua la lettura a pag. 90 N. 38/2015

Un buon inizio...

A chi acquista contemporaneamente un binocolo, un cannocchiale da osservazione e un telemetro Leupold, l'importatore Paganini offre uno speciale sconto del 10%: l'occasione buona per chi vuole dedicarsi alla caccia di selezione o al tiro alla lunga distanza partendo con un completo di buona qualità a un prezzo abbordabile

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Leupold è uno dei nomi storici più importanti fra i produttori di ottiche statunitensi; questa ditta ha però radici europee, perché fu fondata da Markus Friederich “Fred” Leupold, un tedesco nato nel 1875 che all’età di 16 anni emigrò negli Stati Uniti. Inizialmente trovò lavoro in un’officina meccanica di precisione a Boston; nel 1907 Fred Leupold decise di mettersi in proprio e si spostò a Portland (Oregon), dove con il cognato Adam Voelpel fondò una ditta che si occupava prima della manutenzione e poi della costruzione di strumenti scientifici. Le cose andavano piuttosto bene per l’azienda che allargò l’attività ad altri settori, sempre legati alla meccanica di precisione, grazie all’ingresso di un terzo socio, John C. Stevens. La buona qualità degli strumenti prodotti dalla Leupold, Volpel & Co permise di superare sia il sentimento antitedesco che serpeggiava negli Stati Uniti durante la Prima guerra mondiale (si noti che il cognome Voelpel era stato modificato in una forma più americana), sia il grave periodo della depressione economica.

continua la lettura a pag. 86 N. 38/2015


Quel qualcosa in più...

Le canne costruite industrialmente con la roto-martellatura a freddo sono in generale di buona qualità, tuttavia è possibile “spremere” qualcosa in più nella precisione di tiro con canne, come quelle della KKM Precision, costruite con cura artigianale sfruttando però le tecnologie più avanzate

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La ditta KKM Precision è nata all'inizio degli anni '90 e si dedica esclusivamente alla produzione di canne aftermarket per i più diffusi modelli di pistole; è un'azienda a conduzione familiare che ha scelto di costruire solo prodotti della più elevata qualità destinati soprattutto alle competizioni. Per ottenere questo risultato, la KKM Precision dispone di moderni centri di lavoro a controllo numerico computerizzato e utilizza il sistema della rigatura detto button rifling: la canna viene prima forata, quindi tutti i vuoti della rigatura sono ottenuti con la passata di un utensile (detto appunto button) caratterizzato da un trattamento superficiale durissimo che incide uniformemente il metallo dell'anima della canna. Questa tecnica è più lenta e dispendiosa rispetto alla roto-martellatura a freddo ormai universalmente impiegata dai maggiori produttori di armi; per converso permette di ottenere risultati qualitativamente più curati. In particolare, il button rifling garantisce costanza del passo di rigatura, una finitura molto lucida delle superfici e un diametro costante.
Le canne KKM Precision sono ottenute da barre di acciaio inossidabile 416R portate a una durezza di 45 RC; quindi sono lavorate, dedicando particolare attenzione alle quote perché siano garantite tolleranze minime.

continua la lettura a pag. 108 N. 37/2015

Tuttofare leggero e conveniente

La scelta del binocolo “giusto” non è sempre facile, soprattutto quando ci si trova di fronte a questo problema per la prima volta. Nikon offre una valida proposta con questo 8x42 della serie Prostaff 5

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La produzione dei binocoli Nikon, tanto per inquadrare questa storica azienda, si articola su diverse linee di strumenti (EDG, Monarch 5 e 7, Prostaff 5 e 7, Aculon eccetera) che coprono tutti gli utilizzi possibili e immaginabili. In queste pagine esaminiamo il Prostaff 5 8x42, un modello a nostro avviso particolarmente azzeccato per chi pratica la caccia di selezione che, per i suoi valori caratteristici, si candida a “strumento tuttofare” in grado di risolvere la maggior parte dei problemi. Infatti, rispetto al classico 8x30 che si acquistava un tempo, questo 8x42 offre una luminosità superiore, ottenuta anche grazie all'impiego di lenti e prismi con trattamento superficiale antiriflesso di tipo multistrato. Fra l'altro, tutte le lenti e i prismi sono realizzati in vetro Eco-glass di Nikon, che è totalmente privo di piombo e arsenico. La scelta di montare una lente dell'obiettivo di 42 mm di diametro con un ingrandimento 8x permette di ottenere un'uscita pupillare del diametro di ben 5,3 mm, un valore elevato che tutti gli utilizzatori riescono a sfruttare

continua la lettura a pag. 104 N. 37/2015

Ci pensa la galvanostegia...

La ditta Tàni, all'avanguardia nella progettazione e costruzione di parti speciali per la pulizia e la manutenzione delle armi, ha realizzato questo strumento che permette di eliminare senza fatica il rame e il piombo dalle canne di pistole e carabine

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sono ben noti a tutti i tiratori i problemi derivanti dall'impiombamento o dai depositi di rame nelle canne ad anima rigata: l'uso prolungato delle armi porta a queste formazioni indesiderate che, a lungo andare, determinano uno scadimento delle prestazioni soprattutto per quanto riguarda la precisione di tiro. I rimedi sono l'azione fisica (uso degli scovoli di rame) e chimica (passaggio di pezzuole imbevute di solventi ad hoc), variamente fra loro combinate. Uno strumento innovativo per risolvere questi problemi è stato messo a punto dalla ditta Tàni di Alessandria, che ha costruito un dispositivo elettrochimico che si basa sul principio della galvanostegia.
Prima di spiegare il funzionamento di questo dispositivo, è utile ricordare ai lettori che la galvanostegia è una tecnica, usata per lo più in ambito industriale, che permette di ricoprire un metallo non prezioso con un sottile strato di un metallo più prezioso sfruttando la deposizione elettrolitica...

continua la lettura a pag. 58 N. 36/2015

Altri articoli...
Banner

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information