Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Armi Corte

Fece due guerre mondiali

Costruita con cure notevoli e caratterizzata da una certa complessità meccanica, questa pistola è emblematica della concezione dell'arma corta militare nella prima metà del XX secolo

di Sergio Lorvik

La Roth-Steyr M. 1907 (v. ARMI & BALISTICA n. 69), sebbene ottimamente costruita e realizzata con materiali di prim’ordine, fu sempre condizionata da uno scatto poco felice che, progettato per le esigenze della cavalleria, vanificava le indubbie qualità dell'arma con risultati di tiro meno che mediocri. Ciò frenò notevolmente la sua diffusione e rese indispensabile la realizzazione di un'arma meno complicata e più in linea con i tempi.

continua la lettura a pag. 102 N. 70/2017

Sic Transit Gloria Mundi

Breve ma incisiva apparizione sul mercato italiano, all'inizio del decennio, delle Dan Wesson Valor, 1911 made in USA di ottimo livello ma un po' troppo costose... Diventeranno pezzi da collezione?

di Massimo Castiglione

Il marchio Dan Wesson balzò alla notorietà nella seconda metà degli anni '60 del secolo scorso: un pronipote omonimo di quel Daniel B. Wesson, che con Horace Smith aveva dato vita nel 1852 alla Smith & Wesson, fondò una nuova ditta che costruiva dei rivoluzionari revolver con la canna e l'impugnatura intercambiabili.


continua la lettura a pag. 52 N.70/2017

Tecnologia aereospaziale

Grazie alla Erredi Trading sono finalmente disponibili in Italia le 1911 della Cabot Guns: abbiamo potuto esaminarle con attenzione per verificarne la qualità e il rivoluzionario sistema costruttivo

di Paolo Princi

La storia
Cabot Guns è un’azienda che fa parte della Penn United Technologies, una compagnia composta da diverse industrie che producono apparecchiature di altissima precisione impiegate nella difesa, in impianti nucleari e nella tecnologia aerospaziale. La crisi economica del 2008 ha purtroppo diminuito la quantità di lavoro di alcuni dipendenti; la società aveva le spalle robuste e i posti di lavoro non hanno corso rischi, ma i dipendenti non avevano nulla da fare.

continua la lettura a pag. 38 N. 70/2017

Antenata della Glock

Tre quarti di secolo prima della nascita della più famosa “pistola di plastica”, proprio in Austria era prodotta questa particolare semiautomatica dotata di meccanismo di scatto striker fired, oggi tanto di moda

di Sergio Lorvik

Tra le tante armi di epoche passate che rappresentano importanti tappe della produzione armiera spiccano due interessanti realizzazioni dell'industria austriaca che hanno visto la luce agli inizi del 1900, vale a dire la Roth-Steyr 1907 e la Steyr 1912. Sono in verità soggetti già molto trattati e più che noti ai cultori di una certa età, ma poco o nulla conosciuti da chi ha da poco incominciato a interessarsi di armi.

continua la lettura a pag. 102 N. 69/2017

Compatta alternativa

Da sempre le pistole Bersa vantano un'affidabilità di funzionamento eccellente e un vantaggioso rapporto qualità/prezzo, cosa che rende queste armi argentine interessanti per chi ha esigenze di difesa e non vede troppo di buon occhio il polimero

di Massimo Castiglione

Dal 1958 è attiva nella provincia di Buenos Aires la Bersa, fabbrica produttrice di pistole semiautomatiche piuttosto nota nel continente americano. Questa Casa argentina fu fondata da tre emigrati italiani, Benso Bonadimani, Ercole Montini e Savino Caselli; la parte iniziale del loro nome fu utilizzata per comporre la denominazione aziendale Bersa.

continua la lettura a pag. 72 N. 69/2017

Altri articoli...
Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information