Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Armi Corte

Mollone addio?

Si diffonde sempre più fra i modelli Gamo il sistema a gas IGT in sostituzione del vecchio tipo di organizzazione meccanica: anche la pistola monocolpo P-900 calibro 4,5 mm è ora disponibile con questa caratteristica

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nella tradizione con la quale siamo cresciuti, all'arma monocolpo ad aria compressa era associato il sistema di funzionamento costituito da un grossa molla, compressa dalla rotazione verso il basso della canna dell'arma, che determinava la spinta del pallino attraverso lo spostamento dell'aria causato da uno stantuffo a sua volta spinto in avanti dalla molla medesima.

continua la lettura a pag. 80 N. 67/2017

Anche in versione lusso

Molto bella la versione Deluxe Carry Revolver del Kimber K6s calibro .357 Magnum: quasi un tributo agli ancora numerosi entusiasti dell'arma a tamburo che cercano giustamente un bell'oggetto con il quale distinguersi

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nello scorso numero 59/2016 ARMI & BALISTICA ha provato in anteprima il revolver Kimber K6s calibro .357 Magnum, una novità per certi versi inaspettata visto che al nome della Casa americana sono associate quasi automaticamente le ottime pistole tipo 1911 che produce. In realtà la Kimber ha una capacità progettuale considerevole e, in un campo tradizionalista come quello delle armi da fuoco, ha la innata dote di sapere inserire certe piccole innovazioni che, infine, sono gradite dal pubblico.

continua la lettura a pag. 70 N. 67/2017

La pistola da indossare

A prima vista la si può scambiare per uno smartphone di ultima generazione, ma la piccola Taurus 180 Curve è ben più letale di un telefono: le sue forme sinuose, che definiscono un nuovo stile per le pistole destinate alla difesa personale, nascondono infatti sei cartucce calibro 9 Corto e molto di più

di Francesco Battista
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Dire qualcosa di nuovo nel settore delle armi, in particolar modo corte, è oggi impresa assai ardua: a meno di rivolgimenti fantascientifici, infatti, i progettisti e i produttori di pistole e rivoltelle hanno studiate e realizzato tutto lo studiabile e il realizzabile. Meccaniche, materiali, tecnologie costruttive, ergonomia, ognuno di questi aspetti ha raggiunto lo zenit… o no?

continua la lettura a pag. 56 N. 67/2017

LA NUOVA CONVERSIONE

Il titolo non fa naturalmente riferimento a temi di natura escatologica, ma alle più terrene riproduzioni di armi classiche americane e, in particolare, all’affascinante settore delle conversioni dei revolver ad avancarica per l’utilizzo delle cartucce metalliche. Da qualche anno questi modelli leggendari rivivono grazie alla Aldo Uberti spa, che ne offre una ampia gamma, completata ora da un nuovo capolavoro: la Model 1862 Police Conversion

di Francesco Battista
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nell’iconografia western tradizionale – e soprattutto nella sua trasposizione cinematografica – le armi corte protagoniste sono le rivoltelle di grosso calibro, ad avancarica o retrocarica in relazione al periodo storico considerato. Se nell’azione letteraria (scritta o disegnata) o filmica compare una pistola di piccole dimensioni si tratta quasi esclusivamente delle famigerata Derringer a canne sovrapposte

continua la lettura a pag. 42 N. 67/2017

Quando la S&W costruiva il “Jet”

Il revolver di queste pagine, con la cartuccia che impiega, costituisce sicuramente uno delle realizzazioni più interessati e curiose che la Casa di Springfield abbia mai prodotto

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il revolver Smith & Wesson modello 53 calibro .22 Remington Jet (detto anche .22 Center Fire Magnum) nacque nel 1961 assieme alla cartuccia stessa; lo scopo era quello di lanciare sul mercato un'arma corta di piccolo calibro capace di tiri molto tesi e quindi adatta alla caccia alla selvaggina di taglia minore.

continua la lettura a pag. 82 N. 66/2017

Altri articoli...
Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information