Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Armi Corte

Mini 1911

Pensata per gli aficionados della Government, questa pistola da tasca made in USA si è rivelata una perfetta trasposizione miniaturizzata dell'arma disegnata da Browning, ben costruita e altrettanto sfruttabile per la difesa personale con porto occultato

di Massimo Castiglione

Siamo storicamente abituati a considerare Sig-Sauer come un gruppo elvetico-tedesco con una grande e radicata tradizione nel campo delle pistole semiauto da difesa e per uso di servizio, tuttavia faremmo bene a cambiare un po' i nostri luoghi comuni se pensiamo che stiamo ormai parlando di un'azienda statunitense (ha sede a Exeter, nel New Hampshire) con oltre 500 dipendenti.

continua la lettura a pag. 78 N. 75/2018

Vecchio classico

Nato ancora all'epoca della polvere nera, il .38 S&W era in realtà un calibro moderno che ebbe trascorsi marziali importanti. Poco potente per i parametri odierni, è però piuttosto preciso e divertente da usare; la sua ricarica presuppone pochi accorgimenti essenziali

di Massimo Castiglione

Il .38 Smith & Wesson nacque nel 1877 per opera dei tecnici della Casa di Springfield che lo utilizzarono per un nuovo revolver noto familiarmente come “Baby Russian”. La neonata cartuccia sfruttava appieno le eccezionali migliorie che erano state introdotte con l'avvento del calibro .44 Russian, segnatamente per l'adozione del proiettile a lubrificazione interna (inside lubricated).

continua la lettura a pag. 64 N. 75/2018

New look

Il Rhino della Chiappa Firearms è ora prodotto anche in versione Hunter calibro .357 Magnum: nuova livrea e componentistica di prim'ordine per esaltare le prestazioni di questo particolarissimo revolver


di Paolo Tagini

Creò un certo interesse alla sua comparsa, avvenuta nel 2010, il revolver Rhino della Chiappa Firearms e il motivo è facilmente comprensibile: l'arma a tamburo è sempre stata considerata quanto di più tradizionale si possa immaginare e un revolver con la canna allineata alla camera inferiore del tamburo rompeva decisamente con tutti gli schemi conosciuti.

continua la lettura a pag. 30 N. 75/2018

Quasi delle carabine

Dagli albori e fino alla metà circa del XX secolo l'idea della pistola che, mediante l'applicazione di un calcio staccabile, potesse essere trasformata in un piccolo fucile semiautomatico ha affascinato molti costruttori: l'autore ce ne fornisce una panoramica completa

di Sergio Lorvik

Poco meno di un secolo fa (esagero, ma di poco) il tenente dei Carabinieri Reali della mia cittadina girava con un voluminoso pezzo di legno appeso al cinturone dall'aspetto per me incomprensibile. Il mio amico Andreino, più grande di me e figlio di un Tenente Colonnello del locale Reggimento Bersaglieri, mi spiegò che quella cosa era la fondina di una pistola che, estratta l’arma, poteva essere a questa agganciata fungendo da calciolo.

continua la lettura a pag. 114 N. 74/2018

Già moderna

La semiautomatica da tasca progettata da Browning per la Colt nel 1903 rivela la presenza di molti caratteristiche che oggi sono considerate indispensabili sulle pistole di concezione più avanzata

di Giovanni Arnone

Il successo commerciale della FN 1900 indusse la Colt a chiedere a J. M. Browning di progettare una pistola analoga per il mercato americano, camerata in .32 ACP, in modo da entrare in competizione commerciale anche con i revolver di piccolo calibro. Browning prese letteralmente la palla al balzo e progettò per la Colt la 1903 Hammerless in .32 ACP, in pratica una FN 1903 (in calibro 9 Browing Long) in scala ridotta.

continua la lettura a pag. 108 N. 74/2018

Altri articoli...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information