Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Armi Lunghe

Quanto basta

Il fucile di primo accesso al mercato che offre la Casa di Southport appare agli occhi dell’acquirente italiano essenziale e quasi disadorno, ma è sufficiente indagare sui particolari che contano ai fini del risultato per trovare motivi di serio apprezzamento

di Emanuele Tabasso
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La ricerca di eccellenze stilistiche e meccaniche è senz’altro un luogo mentale in cui la fantasia dell’appassionato di cose armiere spazia e si diverte, ma quando c’è da metter mano al portafoglio sovente altre considerazioni intervengono a smorzare gli animi, inducendo a più miti consigli nel reperimento del proprio obiettivo. Le percentuali delle scelte nelle diverse scale di valori sono ben note ai costruttori e, in rapporto ad esse e alle capacità della propria azienda, vengono finalizzate le ricerche e quindi le proposte.


continua la lettura a pag. 62 N. 54/2016

Progetto belga, qualità giapponese

L’arma lunga rigata della Casa di Herstal ha superato il settimo anno dalla sua presentazione e contrariamente ai matrimoni non soffre di crisi, anzi si presenta più in forma che mai con l’aggiunta di nuovi specifici allestimenti in funzione di particolari forme di caccia

di Emanuele Tabasso
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

È trascorso molto tempo da quando la Fabrique Nationale d’Armes de Guerre allestiva i suoi pregevoli fucili a canna rigata sui movimenti Mauser K98, scelti fra la migliore produzione tedesca del classico per antonomasia, sovente della Ludwig Löwe tanto per citare un epigono. Ma il mondo va avanti e insieme si muovono i gusti e le aspettative della clientela: dopo un paio di modelli di media caratura con innovazioni adeguate ai periodi, la Browning decide di affrontare il mercato in modo ancor più consono al proprio marchio vivace e vitale negli Stati Uniti come in Europa dove la sede di Herstal racconta agli appassionati una storia di oltre un secolo e mezzo in cui la parte interessante e cospicua è fatta di invenzioni e applicazioni tecniche su un ventaglio amplissimo di armi.

continua la lettura a pag. 48 N. 54/2016

Tecnologia a portata di mano

Costruite da un'industria chimica americana dedita a produzioni specialistiche soprattutto nel settore militare, queste carabine vantano effettivi contenuti che le differenziano dagli altri black rifles. I due modelli che abbiamo provato sono finalizzati per l'impiego sportivo

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La ditta statunitense Lancer progetta e produce materiali e soluzioni a elevato valore tecnologico per applicazioni in ambienti particolarmente difficoltosi, destinate soprattutto ad applicazioni militari; i prodotti Lancer utilizzano tecnologie composite, elastomeri e fibre ottiche a base di polimeri. Grazie alle capacità di produzione e di realizzazione che spaziano dai materiali compositi alle armi portatili, dalle guarnizioni alle fibre ottiche, la Lancer riesce a fornire soluzioni innovative costantemente apprezzate dai suoi clienti nei settori della difesa, aerospaziale, delle armi leggere e dell'estrazione dei gas naturali e del petrolio.

continua la lettura a pag. 34 N. 54/2016

Joint venture belga-tedesca

Prodotta dalla Umarex per la Browning, questa carabina calibro 4,5 mm si è rivelata molto divertente da usare grazie alle caratteristiche di solidità e precisione

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il fucile ad aria compressa della nostra tradizione era a canna basculante in calibro 4,5 mm: un’arma molto semplice, sufficientemente potente e precisa, che garantiva ore e ore di divertimento chiedendo in cambio una buona quantità di pallini Diabolo e qualche goccia d’olio una volta ogni tanto. Nonostante il settore dell’aria compressa si sia evoluto in modo radicale, più volte nel corso dei decenni, la carabina a canna basculante è sempre rimasta in regolare produzione di serie grazie alla sua semplicità e all’efficienza. A conferma di ciò anche un nome prestigioso come Browning, storicamente ben poco coinvolto dal settore dell'aria compressa, se ne è avvicinato proprio con una serie di carabine break barrel.

continua la lettura a pag. 84 N. 53/2016

L'incontro fra passione e tecnologia

Poco più di un anno fa nasceva la Victrix Armaments, new entry nel settore del tiro alla lunga distanza le cui carabine si sono fatte conoscere grazie alla loro grande qualità

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Quattro anni fa, dopo i giochi olimpici di Londra del 2012, ci capitò di scrivere questa considerazione: “delle 28 medaglie conquistate dall'Italia a queste Olimpiadi, la maggior parte di esse proviene da sport in cui si usano le armi (tiro a segno, tiro a volo, tiro con l'arco, scherma) o in cui si praticano arti marziali: senza questi sport il bottino sarebbe stato ben misero, alla faccia di quell'Italia buonista e pallonara che s'indigna quando sente parlare di armi”. Che nel nostro paese si producano armi di assoluta qualità, che tutto il mondo ci invidia e usa, è risaputo ma sembra quasi un bestemmia poterlo dire a gran voce; oltre tutto parliamo di armi prodotte sotto la luce del sole, destinate ad acquirenti che prima di ogni altra cosa devono dimostrare la loro specchiata onestà, concepite per fare dello sport.

continua la lettura a pag. 74 N. 53/2016

Altri articoli...
Banner

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information