Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Armi Lunghe

Non solo tecnologia

La bellezza e la ricercatezza del design sono due componenti fondamentali del made in Italy, di cui la Benelli è orgogliosa esponente: con il Duca di Motefeltro Prestige si ripropone quel bello stile che accompagnò per decenni i cacciatori che desideravano distinguersi in modo elegante ma garbato

di Paolo Tagini

I fucili semiautomatici da caccia Benelli rifiniti mediante incisione, a catalogo ormai da diversi decenni, compongono una prestigiosa serie di modelli che ha contribuito a rendere grande il nome della Casa urbinate la quale, come ben si sa, ha costruito la sua fama grazie soprattutto ai contenuti tecnologici delle sue armi. D'altra parte la bellezza e la ricercatezza del design sono due componenti fondamentali del made in Italy, di cui la Benelli è orgogliosa esponente.

continua la lettura a pag. 30 N. 78/2018

Miti d'acciaio

Due belle carabine da caccia degli anni Sessanta del secolo scorso che tengono ancora banco nelle discussioni fra appassionati cacciatori: quale delle due comprereste?

di Marco Benecchi

Una cosa che accomuna tutti i bambini e anche – perché no? – parecchi adolescenti sono senz’altro i sogni e i desideri che hanno. So di vecchi amici che quando erano piccoli aspettavano con ansia e trepidazione di diventare “grandi” perché desideravano comperare una bellissima bicicletta da corsa, o una moto da cross, oppure un motoscafo e conosco persino un bambino che non vedeva l’ora di crescere per potersi comperare addirittura un cavallo.

continua la lettura a pag. 92 N. 76/2018

Anche il legno nel budget

Dopo avere spopolato nella versione con calcio sintetico, il Remington 783 è ora offerto anche nell'allestimento con calcio di noce, destinato al pubblico attento alle spese e tradizionalista nelle scelte

di Massimo Castiglione

Accanto alla tradizionale linea dei fucili appartenenti alla ben nota serie 700, la Remington ha da qualche lustro affiancato una seconda serie di modelli appositamente progettati per “l'ingresso” nel mondo di questo costruttore che ha festeggiato da non molto i due secoli di attività. Il primo di questi Remington entry level fu il modello 710; è ora la volta del 783, un fucile che è stato finora offerto – in linea con la filosofia che privilegia al massimo il rapporto qualità/prezzo – completo di cannocchiale di puntamento e con il calcio di materiale sintetico.

continua la lettura a pag. 88 N. 76/2018

Un nuovo progetto

Una carabina monocolpo in cui si fondono concetti tecnici diversi tutti finalizzati al conseguimento di una costanza di risultati di eccellente livello così da soddisfare l’affermato tiratore agonistico e l’esigente cacciatore

di Emanuele Tabasso

Nell’attesa di visitare l’officina Only Precision Rifles parliamo della Little Boy Rifles e in particolare di Maurizio Battaglino, l’antitesi del personaggio comunemente inteso: contenuto nei gesti e nelle parole, signorile e riservato, con quel garbo innato di chi sa porgere la propria opera senza magnificarla, certo che l’interlocutore capirà i concetti informatori del lavoro basato, è bene dirlo subito, su una spasmodica ricerca della precisione.

continua la lettura a pag. 24 N. 76/2018

La bella mitteleuropea

Nel dopoguerra molti cacciatori europei appassionati di caccia a palla, compresi quelli italiani, usavano le ottime carabine modello Titan fabbricate dalla tedesca-austriaca Voere, premiata ditta costruttrice di armi di Vohrenbach (Germania) con sede a Kufstein, in Austria

di Marco Benecchi

Le Voere Titan erano armi molto apprezzate perché ben fatte, onestamente rifinite, vendute al giusto prezzo e camerate anche in calibri potenti come l’8x68 Shuler e il 9,3x64 Brenneke. C’è subito da precisare che, considerando il loro “look”con la coccia e il puntale in legno scuro e gli inserti in plastica bianchi, oggi potrebbe venire il sospetto che quel determinato modello sia stato prodotto con un occhio di riguardo al ricco mercato americano.

continua la lettura a pag. 94 N. 75/2018

Altri articoli...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information