Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Buona anche la terza

Acquistare ed usare nel XXI secolo un revolver Colt SAA è come decidere di comprare una carrozza Brewster & Co. per farsi una scampagnata. Pur da tempo soddisfatti utilizzatori di una replica, non abbiamo resistito all’impulso di acquistare questo Colt, spinti dalla curiosità di studiare e provare una delle più recenti versioni del revolver più copiato al mondo

di Giovanni Arnone
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

I puristi del marchio Colt e gli “snob al contrario”, che preferiscono le copie agli originali, storcono il naso quando si tratta di seconda e terza generazione dei revolver della Casa di Hartford, in quanto li ritengono una sorta di "replica di se stesso". In realtà non è proprio così. Il modello 1873 Single Action Army è sempre stato prodotto in maniera pressoché continua e le generazioni di armi che si sono susseguite negli anni sono state la conseguenza delle modifiche tecnologiche e produttive inevitabili con il passare degli anni.
La domanda che ci dobbiamo porre non è quale sia il vero Colt SAA, ma perché sia ancora prodotto dopo 150 anni. La risposta è semplice: continua ad esserci domanda, basta osservare i dati produttivi dal 1873 al 2007, riassunti nei tre grafici.
La Prima guerra mondiale, la grande depressione e l’avvento delle nuove pistole semiautomatiche sembravano aver segnato il destino dei revolver SAA e, alle soglie della Seconda guerra mondiale, la produzione cessò.

continua la lettura a pag. 40 N. 38/2015

Banner

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information