Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Mettiamo la testa a posto

La ricarica delle cartucce da carabina permette di creare munizioni virtualmente perfette per l’arma cui sono destinate, ma ci vuole lo strumento adatto per controllare… Questo verifica lo spazio di testa, cioè l’headspace

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La precisione di tiro dei fucili non nasce mai per caso, ma è sempre il frutto di uno studio accurato di tutti i fattori in gioco. Molto dipende, dunque, dalla abilità e dalla competenza del tiratore – o del cacciatore – che può approfondire i vari parametri con diversi gradi di intervento per arrivare concretamente a risultati che in poligono, o durante una battuta di caccia, paiono poi straordinari.
In certi casi, anche se chi ricarica le cartucce è molto bravo e competente e anche quando l’arma è stata ‘accuratizzata’ adeguatamente, spesso i risultati non arrivano per un problema di attrezzatura. Per esempio, valutare l’headspace di una cartuccia è un’operazione concettualmente molto semplice, alla portata di chiunque abbia una conoscenza di base; tuttavia se non si hanno a disposizione gli attrezzi adatti tutto si complica.
Detto in parole molto semplici, l’headspace è il gioco che ha una cartuccia nel senso della sua lunghezza una volta che è stata inserita nella camera della canna che è destinata a spararla. Questo gioco non deve assolutamente superare certi valori perché si può avere in primo luogo una perdita di precisione nel tiro, per arrivare nei casi più gravi addirittura alla rottura del bossolo (è classico il distacco del fondello).

continua la lettura a pag. 108 N. 23/2013

Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information