Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

I rischi del mestiere

Ogni lavoro, è risaputo, ha i suoi rischi più o meno gravi ma non dovrebbe presentare pericoli che potrebbero portare a gravi conseguenze nella propria vita.
Il settore della vigilanza privata espone le guardie giurate a rischi piuttosto elevati per due semplici fattori, ovvero il trasporto di denaro contante e/o valori e l’utilizzo delle armi in servizio.
Seguo la cronaca nazionale del settore da oltre dieci anni e dalle notizie pubblicate e dallo scambio di opinioni con i colleghi si evince che il rischio maggiore per gli addetti è il trasporto valori, ramo del settore poco tutelato che espone le guardie giurate ad assalti con conseguenze più o meno gravi. La cronaca riporta diversi assalti a furgoni blindati dove le guardie sono state vittime di conflitti a fuoco o ferite in seguito a colluttazione con i rapinatori.
Altra causa di “infortuni sul lavoro” sono gli incidenti stradali: le pattuglie notturne macinano centinaia di chilometri al buio ed è all’ordine del giorno che capiti un incidente con la vettura, magari per una distrazione, oppure per un colpo di sonno o per fattori dovuti a terzi.
Ho riportato spesso anche articoli di colleghi che si sono sparati involontariamente mentre pulivano l’arma o anche casi in cui sono state ferite persone vicine.
Altro fattore pericoloso è l’apertura/chiusura dei cancelli dei passi carrai utilizzati dalle guardie giurate durante i controlli di routine. Qualche anno fa un collega è morto mentre chiudeva un cancello perché lo stesso gli è caduto addosso.
Ci sono colleghi che svolgono servizi antirapina davanti alle banche o alle gioiellerie: ne consegue che sono esposti a un rischio abbastanza elevato.
Non dimentichiamo l’esposizione prolungata al lavoro notturno: i turnisti soffrono infatti di disturbi del ciclo sonno-veglia, che alimentano il rischio di incidentalità sul lavoro con ripercussioni negative a livello familiare e sociale e con un possibile deterioramento, anche grave, delle condizioni di salute.
Nell’elenco dei vari pericoli o rischi del mestiere aggiungo anche quello di aggressione per tentativo di sottrazione dell’arma e il rischio di aggressioni nei servizi pubblici, come treni e autobus.
Naturalmente il grado di preparazione al fine di evitare i rischi maggiori è sempre molto basso, per le motivazioni di cui ho scritto in vari precedenti articoli.

Per qualsiasi informazione o chiarimento potete inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information